Italian English

main image bg

 

Ba Gua Zhang

“Il vero significato del Ba Gua Zhang non è un mistero.
Vai agevolmente, comprendi la trasformazione, e percorri il cerchio molte volte.
Non bloccare, non creare struttura, non perdere il controllo.
Sacrifica il tuo interesse personale allo scopo di scorrere con le emozioni del tuo nemico”
 
L’ultimo dei 36 canti del Baguazhang.

 
Il Baguazhang è un’arte marziale cinese.

Intrecci di aneddoti per descriverne origini incerte.
Intrecci di antiche tecniche marziali e modelli di rappresentazione taoista per esprimerne i principi.
Il libro dei mutamenti.
Il “camminare in cerchio”.
Otto trigrammi.
Otto palmi.
Otto direzioni su cui poggiare i propri passi.
Otto… un numero magico.

Ba Gua Zhang: Il palmo degli otto trigrammi.

Gambe di tigre. Stabilità e forza in ogni passo.
Torso del drago. Potenza nella torsione.
Braccia d’aquila. Velocità di rotazione e penetrazione.
Occhi di scimmia. Sguardo presente, attento ed intuitivo.
…5,6,7, …

Otto animali, il modello imitativo.

Torsioni, rotazioni, spirali.
Cambi di direzione. Cambi singoli e doppi. Cambiamenti.
Ricerca di stabilità, in condizioni di continua instabilità.
Arte del continuo mutamento e della trasformazione.
Il modello di trasposizione metaforica.

Il Baguazhang di Sun Lutang. Gli insegnamenti di Luigi Zanini. Il modello di riferimento.

Il Baguazhang, come tutte le altre discipline orientali, marziali o meno che siano, rappresenta e rappresentano un patrimonio culturale straordinario, per fascino e profondità di Ricerca. E la “ forza”, che ciascuno può sviluppare nel coltivarle, trova campi d’applicazione che vanno ben oltre le dispute di natura egoica.

“Una luna appare in ogni pozzanghera;
In ogni pozzanghera l’unica luna”


Soiku Shigematsu